Il film perfetto da vedere in coppia

Durante San Valentino il romanticismo divampa, così come le spese per andare fuori e passare una serata romantica, ma se dovete trascorrere una serata a casa e decidere di vedere un film insieme, quale scegliere per coniugare al meglio i gusti? In genere alle donne piacciono i film romantici o molti forti dal punto di vista delle emozioni, mentre gli uomini gradirebbero di più gli action movies. La verità è che questa distinzione è molto scolastica e non corrisponde affatto al vero. Un film è bello quando la storia appaga, la trama è credibile, i personaggi lasciano qualcosa dietro di sé. È vero che l’industria del cinema americano confeziona commedie romantiche appositamente pensate per il gusto del pubblico femminile, perché in questo modo conta di riempire i teatri, contando sul fatto che sia la donna – nella coppia – a scegliere quale film vedere.

In genere funziona così, o almeno così pensano che funzioni a Hollywood: la ragazza chiede al ragazzo di vedere un film insieme al cinema. Lui dice che è una buona idea, pensa a cosa potrebbe esserci in uscita, ma lascia fare a lei che ha già pronta la sua lista di commedie romantiche. Vanno al cinema e lui trova la storia più banale del previsto, mentre la ragazza è contenta. Ciò dipende dal fatto che le donne hanno più corde emozionali dell’uomo. La scelta migliore, in questi casi, è un film horror o un buon film comico. Ma quando si è a casa, si ha a disposizione Netflix o SkyGo o Play di Premium, c’è una vasta scelta tra un catalogo ben fornito di film di tutti i generi. Guai a scegliere quello piace solo a uno, meglio trovare un compromesso.

Film di supereroi. Abbiamo già discusso del perché piacciano, ma anziché scegliere uno dei classici di Batman, Superman o l’Uomo Ragno perché non scegliere tra Thor, Iron Man e Capitan America? E che dire di guardare direttamente gli Avengers? Sono film con attori attraenti, attrici affascinanti, con una storia sufficientemente credibile per essere sostenuta e delle scene ricche di magia cinematografica che si fanno apprezzare. In genere poi, storie come queste, hanno spesso un risvolto romantico che piace alle donne. Ad esempio: Spider Man è coinvolto in un affaire sentimentale con Mary Jane. La storia non è banalizzata, anche se rimane la sotto traccia del film “eroico”.

Una volta ho fatto una maratona notturna con una ragazza riguardante Il Signore degli Anelli. Direte: ma non era meglio fare altro? No, se lei era veramente appassionata. La lunga trilogia di Peter Jackson ha tutto ciò che serve per appagare i sensi: grandi scene, intrecci amorosi, atti di eroismo e di amicizia, azione, magia, grandi scenari naturali e una super colonna sonora. In più ci sono attori come Viggo Morgensen e Orlando Bloom. Lo stesso discorso può essere fatto per la trilogia dei Pirati dei Caraibi con l’immarcescibile Johnny Depp ad attirare risate e sguardi compiaciuti.

Pulp Fiction è un film che richiede una particolare attenzione per lo sviluppo circolare della trama, ma i dialoghi e le interazioni tra i protagonisti catturano fin da subito l’interesse. La relazione tra Mia e Vincent rivaleggia con quella tra Butch, il pugile interpretato da Bruce Willis e sua moglie. Le storie sono accattivanti e l’intero film ruota intorno ai vari rapporti di coppia, esplorati con l’occhio cinico e spietato del regista di gangster movies.

Un bel film romantico, sempre con John Travolta, è Phenomenon. La storia di per sé non è scontata, però presenta una cornice narrativa originale e il rapporto del protagonista con la controparte femminile è davvero intenso. Silver Linings Playbook mette di fronte la supercoppia Jennifer Lawrence / Bradley Cooper in un’interpretazione magistrale, con una trama che va oltre il lato romantico. Siamo ancora di fronte a una gara di ballo, come in Pulp Fiction.

Infine, il mio consiglio è di guardare insieme delle serie TV di ultima produzione, quelle non eccessivamente lunghe, ma che impegnano per almeno un’ora a puntata (i cosiddetti “drama”): Fargo, True Detective, Narcos sono solo tra gli ultimi titoli di un vasto catalogo che dovrebbe comprendere anche la visione dall’inizio alla fine, di capolavori come Breaking Bad.