Cosa sono le allucinazioni

Le allucinazioni sono un fenomeno che si osservano in soggetti che a livello sensoriale, riferiscono di sentire, udire, toccare e vedere delle cose che in realtà gli altri non avvertono. Esse vengono descritte in base ai sensi che ne sono coinvolti. Le più note sono le allucinazioni visive. I pazienti che soffrono di questo problema, spesso determinato dall’assunzione di sostanze con effetto psicotropo, riferiscono di vedere scintille, flash, lampi di luce colorata. Ma a volte esistono allucinazioni visive molto più complesse nelle quali l’individuo nota del movimento, delle figure, una certa luminosità, una percezione così simile alla realtà, che inizia a vedere il proprio corpo come se fosse un altro soggetto, con una sensazione di eterogeneità riferita spesso da chi ha assunto per esempio acidi lisergici. Più frequenti sono i casi in cui la vista è talmente alterata da vedere le persone e i contorni degli oggetti di dimensione differente, grandi, piccoli oppure sfocati o colorati in modo appariscente (si riferiscono pertanto visioni raccapriccianti o divertenti).

Le allucinazioni uditive sono assai differenti dalle singole sensazioni uditive che ogni tanto sentiamo (fischio all’orecchio, ronzio di modesta entità), anche se tra quelle elementari rientrano delle forme simili, un po’ più acute. Nelle forme più complesse di allucinazioni uditive i pazienti riferiscono di sentire voci, bisbigli, frasi intere, un vociare talvolta talmente preciso, da lasciar distinguere il timbro di una persona rispetto a più persone non identificabili. In alcuni casi il malato asserisce di aver udito delle voci che gli comandano di fare una certa cosa, oppure gli danno dei suggerimenti e consigli. In altri casi il malato assiste a un vero e proprio dialogo tra voci, che avviene solo a livello mentale, nel suo cervello (spesso definita pseudo-allucinazione).

Esistono anche delle allucinazioni olfattive e gustative, nelle quali i malati affermano di sentire sapori e odori cattivi, nauseabondi con sensazioni di nausea ripetute, sono quasi sempre limitate a tipi di sapori e odori generici, che si mostrano in casi molto particolari. La scienza individua anche delle allucinazioni somatiche, in cui il disturbo allucinatorio sembra meno evidente: si tratta di disturbi sensoriali, che non riguardano i sensi principali. Ad esempio la sensazione di bruciore, il senso de freddo o come quello di una leggera scossa elettrica, oppure avvertire la presenza di insetti, il formicolio, il senso di umido e di bagnato, così come quelle pseudo-percezioni che talvolta si avvertono in particolari stati psico-fisici, come la sensazione che il letto dell’ospedale si muova, che il pavimento onduli o sprofonda, oppure ancora sensazioni di leggerezza e pesantezza negli oggetti vicini. Gli stati di allucinazione sono spesso provocati dall’intossicazione da farmaci, da funghi, da prodotti chimici e possono essere di breve durata. Famosi però sono rimasti i trip da acido lisergico (LSD), di cui si è molto discusso a partire dalla fine degli anni Sessanta.